Ricostruzione

Ricostruzione pneumatici 
a Este in provincia di Padova

Effettuiamo ricostruzione di pneumatici per autocarri, trasporto leggero e carrelli industriali, con processo di lavorazione a caldo e prestampato, utilizzando materiali Kraiburg certificati ISO. 
Il nostro centro ricostruzione ha ottenuto dal ministero dei trasporti tedesco l'omologazione obbligatoria ECE ONU 109 (norme tecniche europee relativi a pneumatico ricostruito per veicoli commerciali), ciò certifica che i nostri pneumatici ricostruiti offrono gli stessi livelli di affidabilità e le stesse prestazioni degli pneumatici nuovi.
Il processo di ricostruzione dei pneumatici avviene, presso la nostra ditta dal 1974, secondo le seguenti fasi:
- Selezione preventiva: ogni pneumatico viene sottoposto ad un controllo tattile/visivo da un esperto per accertarne l’idoneità;
- Raspatura: consiste nell’asportazione del battistrada residuo e nella preparazione della superficie sulla quale verrà applicato il nuovo battistrada;
- Ispezione carcassa e riparazione: si effettua un’ulteriore ispezione della carcassa e si procede alle eventuali riparazioni;
- Soluzionatura: tale fase consiste nell’applicazione di uno strato di gomma liquida che predispone la superficie all’applicazione del nuovo materiale;
- Applicazione del nuovo battistrada: 
1_con la tecnica a caldo: la carcassa viene montata su un macchinario rotante che applica una nuova fascia di gomma cruda senza disegno. 
2_con tecnica a freddo: in questo caso si applica sulla carcassa un battistrada prestampato e già vulcanizzato. Tale battistrada è disponibile come fascia piana oppure con le alette laterali che servono per raccordare il loro profilo a quello dei fianchi della carcassa.
- Vulcanizzazione: 
1_con la tecnica a caldo: il pneumatico preparato con il profilo liscio entra in pressa di vulcanizzazione con lo stampo ed il disegno che il cliente vorrà che venga impresso. La pressa è dotata di dispositivi per regolare tempo, temperatura e pressione interna. Allo scadere del tempo necessario, variabile secondo la dimensione della copertura e lo spessore del battistrada, avviene lo scarico dell’aria ed lo pneumatico può essere estratto dallo stampo.
2_con tecnica a freddo: in questo caso, il pneumatico viene montato su apposita macchina e messo sotto vuoto al fine di estrarre l’aria residua, quindi entra in autoclave per essere vulcanizzato per la “cottura” finale.
- Controllo e finitura: estratto dalla pressa di vulcanizzazione o dall’autoclave, il pneumatico ricostruito viene sottoposto ad un controllo finale interno, quindi viene “sbarbato” e verniciato con appositi coloranti.
Si eseguono riparazioni a caldo non solo per mezzi medio/pesanti, ma anche per movimento terra e trattore.

Chiama lo 0429 3324 per informazioni ed appuntamenti
Share by: